Ricevi le ultime recensioni e guide tecnologiche per la casa intelligente. Ti aiuteremo ad acquistare, connetterti e utilizzare Alexa (o Google Assistant) e alcuni dei marchi più noti di oggi per creare lo spazio abitativo perfetto con una suite completa di funzionalità intelligenti!

Le migliori piattaforme per smart TV

10

L'umile gogglebox non è più umile. Quasi tutti i televisori degni di questo nome in questi giorni combinano le sue capacità principali di "mostrare immagini, creare suoni" con un certo grado di funzionalità intelligente.

Dall'accesso a Internet per lo streaming di film e programmi TV, alla possibilità di controllare la TV semplicemente parlandoci, la funzionalità intelligente ha messo la televisione al centro della casa moderna come mai prima d'ora, con una gamma delle migliori piattaforme di smart TV e funzionalità operative sistemi ora in offerta.

Allo stesso tempo, negli ultimi cinque anni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione nella qualità delle immagini. Innanzitutto c'era la risoluzione 4K, che offriva quattro volte più dettagli rispetto ai precedenti televisori ad alta definizione. Poi c'è stata la tecnologia HDR (High Dynamic Range) ancora più rivoluzionaria, con la sua gamma di luminosità estesa e la relativa tecnologia ad ampia gamma di colori.

L'arrivo di queste nuove tecnologie di immagine ha provocato una raffica di innovazione nel mondo dell'hardware TV. I televisori OLED hanno scoperto modi per continuare a trovare una luminosità più compatibile con l'HDR da abbinare ai loro innati vantaggi di contrasto.

E i televisori LCD continuano a migliorare nel trovare modi per fornire un maggiore controllo locale sui loro sistemi di retroilluminazione esterni, in modo che possano associare il loro innato vantaggio di luminosità con un contrasto migliore.

Cos'è una TV intelligente?

Una smart TV è quella che si connette a Internet, di solito tramite Wi-Fi, e offre un intero mondo di servizi di streaming e recupero insieme alla tua offerta TV in diretta. Piattaforme diverse offriranno servizi diversi, quindi mentre Amazon Prime Video, Hulu e Netflix sono ampiamente disponibili, vale la pena verificare che i servizi che usi di più siano inclusi nella piattaforma che stai guardando.

Oltre ai contenuti di intrattenimento aggiunti, le smart TV ora spesso offrono un certo livello di controlli per la casa intelligente e assistenti vocali come Google Assistant o Amazon Alexa, oltre a navigazione web, giochi e streaming musicale.

HDMI ha spiegato: cosa devi sapere e qual è il miglior cavo HDMI?

Mentre solo pochi anni fa, le smart TV costituivano solo la parte più costosa del mercato, ora sarebbe difficile trovare una TV senza funzionalità intelligenti, in esecuzione su una delle migliori piattaforme del sistema operativo TV. Ciò significa che è ancora più importante assicurarsi di acquistarne uno adatto alle proprie esigenze.

Ovviamente puoi anche collegare uno smart streaming stick alla porta HDMI di un televisore per renderlo intelligente.

E la qualità dell'immagine?

Naturalmente, la considerazione principale quando si acquista una TV sarà sempre la qualità dell'immagine. Quindi è utile che siamo stati seriamente viziati da questo punto di vista negli ultimi due anni.

Praticamente qualsiasi TV che acquisti, ad esempio, ora avrà una risoluzione 4K nativa, fornendo quattro volte più pixel di dettaglio rispetto ai precedenti modelli HD.

Un numero crescente di televisori sta addirittura iniziando ad apparire dotato di risoluzioni 8K, che offrono di nuovo quattro volte più pixel del 4K.

Tuttavia, al momento in cui scriviamo – e sembra improbabile che questo cambierà presto – non c'è praticamente alcun contenuto con risoluzione 8K nativa con cui alimentare questi televisori 8K. Di conseguenza, i televisori 8K devono applicare l'elaborazione alle immagini 4K e HD per trasformarle in 8K. Prima che tutti respingano immediatamente i televisori 8K su questa base, tuttavia, è importante dire che i nuovi sviluppi nell'elaborazione delle immagini "AI" stanno fornendo risultati di upscaling ora che sono migliori del mondo rispetto a quelli che vedevamo quando i televisori 4K sono apparsi per la prima volta.

Ora abbiamo anche High Dynamic Range (HDR) da guardare. Se non ne hai sentito parlare, espande enormemente la gamma di luce trasportata da un'immagine, offrendoti un'immagine molto più incisiva e realistica di qualsiasi cosa i televisori siano stati in grado di fare prima. Soprattutto quando, come accade praticamente sempre, le immagini HDR sono accompagnate da gamme di colori più ampie di quelle che si ottengono con i normali contenuti di "gamma dinamica standard".

Non tutti i televisori supportano ancora l'HDR, ma la maggior parte lo fa. Tieni presente, tuttavia, che per ottenere il meglio dall'HDR è necessario che un televisore offra molta luminosità, buon contrasto e una gamma di colori più ampia. Una combinazione con cui lottano i televisori relativamente economici.

Tieni anche presente che non è disponibile un solo formato HDR. Il formato HDR10 è standard per tutti i televisori HDR, ma dovresti anche guardare alla tua TV per supportare anche il formato HLG compatibile con le trasmissioni. Ne avrai bisogno, ad esempio, per sbloccare l'HDR da BBC iPlayer o Sky.

In un mondo ideale, infine, vale davvero la pena tenere d'occhio anche Dolby Vision e HDR10+. Queste sono le versioni più recenti e avanzate dell'HDR, che migliorano l'immagine scena per scena, piuttosto che applicare un'impostazione all'intero film o programma TV. Fa una grande differenza e per rendere la tua TV a prova di futuro, sarebbe saggio cercarli.

In termini di contenuti disponibili, Dolby Vision è il formato principale dei due al momento, con il supporto UHD di Netflix, Disney+ e Apple TV+, oltre a molti Blu-ray 4K. HDR10+ sta ancora recuperando terreno, con un numero relativamente piccolo di dischi fisici, ma supporta tutti i contenuti HDR di Amazon Prime Video.

Alcuni televisori, come Philips e Panasonic, supportano entrambi questi formati HDR "attivi" premium, mentre alcuni marchi, tra cui Samsung, si sono schierati solo con HDR10+, mentre LG e Sony hanno scelto Dolby Vision.

Un'altra decisione chiave che dovrai prendere quando acquisti una TV è se scegliere una TV OLED o una TV LCD.

Con OLED, ogni singolo pixel all'interno dell'immagine è in grado di creare la propria luce. Ciò significa alcune cose: la tua TV sarà in genere più sottile in quanto non è necessaria una retroilluminazione, i neri saranno più neri e il colore sarà più preciso. Mentre i televisori OLED stanno gradualmente diventando più economici, tuttavia, sono costosi rispetto alla maggior parte dei televisori LCD.

L'LCD, spesso ora indicato come LED, nel frattempo, non ha il pixel per l'illuminazione dei pixel che ha l'OLED. Invece deve condividere l'illuminazione esterna su molti pixel contemporaneamente. Questo ovviamente significa che non può competere con OLED quando si tratta di contrasto locale.

Tuttavia, i televisori LCD premium possono diventare molto più luminosi dei televisori OLED, il che è utile quando si tratta di offrire HDR di grande impatto e gamme di colori estese.

Inoltre, tecnologie come l'oscuramento locale, in cui diverse zone dei LED che illuminano lo schermo possono emettere contemporaneamente diverse quantità di luce, migliorano costantemente le prestazioni di contrasto del TV LCD.

Questo è particolarmente vero nel 2021, grazie all'arrivo dei nuovi Mini TV LED. Questi utilizzano luci a LED molto più piccole, il che significa che più di esse possono essere inserite nella stessa area dello schermo. E in genere godono di molte più zone di oscuramento locale (aree della retroilluminazione che possono essere istruite per emettere diversi livelli di luce ai loro vicini) rispetto a quelle che si ottengono con i normali set di LED.

Ora sai cosa cercare nella qualità delle immagini, continua a leggere per tutte le principali piattaforme di smart TV. Vale la pena ricordare che potresti trovare alcune offerte più piccole e proprietarie di marchi meno conosciuti, ma per una buona e solida esperienza intelligente, consigliamo in gran parte di attenersi a uno dei seguenti.


Le migliori piattaforme per smart TV

Le migliori piattaforme per smart TV

Samsung (Tizen)

Nonostante sia derivato dal sistema operativo Tizen originariamente progettato per gli smartphone, l'ultima versione della piattaforma smart TV Eden di Samsung è ora straordinariamente affinata per l'uso della TV.

La sua home page, per cominciare, occupa solo il quarto inferiore dello schermo, lasciandoti libero di continuare a guardare la TV mentre navighi tra la massa di contenuti contenuti nei suoi menu.

Prendendo spunto dal playbook di Apple TV, Eden adotta un approccio di menu a due livelli. Nella parte inferiore è presente una riga di icone facilmente personalizzabile che mostra le diverse fonti di contenuto (Netflix, Amazon, YouTube ecc.) installate sul set.

Evidenzia uno di questi, tuttavia, e viene visualizzato un secondo livello che mostra collegamenti diretti a contenuti specifici (film, programmi TV ecc.) disponibili dalla fonte che hai selezionato nel pannello inferiore. O almeno questo è il caso se il fornitore di contenuti selezionato ha collaborato con Samsung per abilitare questa pratica funzione di scorciatoia.

Con alcune app, il secondo mazzo offre anche collegamenti personalizzati, come l'accesso ai prossimi episodi di spettacoli che hai guardato su Netflix. Oppure potrebbero esserci collegamenti agli spettacoli più popolari e/o più recenti.

La versione più recente di Eden ti consente di scorrere verso il basso dal mazzo di contenuti che appare sulla schermata principale per accedere a ulteriori "scaffali" di contenuti, offrendoti un'altra opzione per dimenticare i contenuti più rapidamente senza che il sistema occupi spazio aggiuntivo sullo schermo.

Il sistema Eden fornisce anche un sistema di aggregazione dei contenuti chiamato TV Plus, che cerca di combinare i programmi TV con i contenuti on demand in un semplice menu.

La piattaforma intelligente di Samsung è forte sui contenuti. Offre praticamente tutte le piattaforme video degne di nota, comprese le relativamente nuove app Apple TV e Disney + e tutte le app di recupero.

Guida: cos'è Google TV

I televisori Eden riprodurranno video 4K e HDR da qualsiasi app di streaming che supporti queste tecnologie chiave per la qualità delle immagini. L'unica eccezione è il contenuto creato nel formato Dolby Vision HDR. Questo aggiunge informazioni sulle immagini scena per scena per aiutare i televisori a produrre un'immagine più dinamica ed è supportato dai servizi Apple TV, Netflix, Amazon e Rakuten, tra gli altri.

Tuttavia, nessun televisore Samsung supporta Dolby Vision, quindi "declassano" i contenuti Dolby Vision al formato HDR HDR10 standard del settore, che non ha dati scena per scena.

Sebbene Samsung non supporti Dolby Vision, supporta il sistema HDR10+ simile. Amazon Prime Video e Rakuten TV, tuttavia, sono gli unici servizi di streaming che attualmente trasmettono streaming HDR10+.

Tuttavia, le smart TV Samsung sono opzioni eccellenti per condividere contenuti da altri dispositivi intelligenti, sia Android che Apple. Soprattutto ora portano l'app Apple TV e supportano Apple Airplay 2.

Infine, le smart TV Samsung ora supportano potenti funzioni di riconoscimento vocale. Il motore Bixby di Samsung, Amazon Alexa e Google Assistant sono tutti disponibili come opzioni per chattare con il televisore.

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata… Samsung QN95A

I QN95A sono l'ultima gamma di TV 4K di punta di Samsung. Questo è ancora più significativo del solito per il mondo dei televisori LCD poiché sono i primi televisori rilasciati da Samsung che utilizzano la retroilluminazione Mini LED.

Passare a LED molto più piccoli significa che i QN95A possono essere significativamente più sottili dei televisori LED Samsung del passato. Aggiungi questo alla cornice incredibilmente stretta avvolta attorno ai loro schermi e una scintillante finitura in metallo e avrai probabilmente i televisori LCD più attraenti oggi sul mercato.

Tuttavia, il passaggio all'illuminazione Mini LED ha un impatto ancora maggiore sulla qualità dell'immagine. Samsung ha da tempo offerto senza dubbio il miglior contrasto nel mondo dei TV LCD, ma Mini LED porta le cose a un livello completamente nuovo. I colori neri ora sembrano più o meno neri come sui televisori OLED, mentre avere più di 700 zone di oscuramento con cui lavorare significa che Samsung può ora combinare questi neri come l'inchiostro con molta più luminosità per i punti salienti delle immagini chiare rispetto a prima senza causare retroilluminazione fastidiosa ‘nuvole'. Di conseguenza, le immagini HDR appaiono molto più dinamiche e impressionanti.

Essere in grado di combinare enormi quantità di luminosità con la tecnologia Quantum Dot ‘QLED' senza compromettere il contrasto aiuta anche i QN95A a fornire un enorme volume di colore, completando una dimostrazione di incredibile impatto di ciò che può fare l'HDR.


Le migliori piattaforme per smart TV

LG (sistema operativo web)

La piattaforma webOS di LG è stato il primo sistema di smart TV ad essere progettato e testato in modo completo ed esaustivo per l'utilizzo su TV piuttosto che su altri tipi di dispositivi smart. Di conseguenza, ha ricevuto elogi da quasi ogni trimestre ormai da molti anni. L'ultima versione di webOS, tuttavia, segna un importante allontanamento da ciò che è accaduto prima e, sebbene la direzione del viaggio possa alla fine rivelarsi corretta, in questo momento il cambiamento non è un completo successo.

Le differenze si manifestano non appena si richiama la nuova schermata iniziale, che ora occupa l'intero schermo invece di sovrapporre semplicemente una fila ordinata di icone delle app sul bordo inferiore dell'immagine. Ciò significa che non puoi più continuare a guardare la TV mentre navighi nei menu intelligenti e potenzialmente rende l'esperienza più travolgente per gli utenti che non hanno molta familiarità con le interfacce intelligenti.

Anche il nuovo sistema webOS attualmente non sfrutta al meglio il suo nuovo spazio a schermo intero. Alcune delle caselle di collegamento che occupano gran parte dello spazio disponibile sullo schermo non saranno molto utili per la maggior parte degli utenti e le opportunità per riorganizzare il layout della schermata iniziale per soddisfare meglio le proprie esigenze sono limitate.

LG ha aggiunto una serie di "scaffali" che puoi scorrere verso il basso dalla schermata principale. Sebbene questa non sia una cattiva idea di per sé, al momento i servizi supportati da questi scaffali sono limitati (non ce n'è uno per Netflix, per esempio), e ancora una volta non c'è alcuna possibilità per regolare l'ordine di esecuzione dello scaffale o aggiungere /cancellando gli scaffali che vuoi/non vuoi.

Tutto sommato, la presentazione sembra un passo indietro che aggiunge inutili complicazioni senza dare agli utenti la stessa libertà che offriva il vecchio approccio webOS. Inoltre, il nuovo sistema sembra mettere a dura prova i processori dell'ultima TV di LG, causando un rallentamento dei menu.

Ci sono, tuttavia, alcuni aspetti positivi del nuovo webOS. Il nuovo motore di ricerca universale, ad esempio, è sia straordinariamente completo nella gamma di luoghi in cui cerca risposte alle tue richieste di ricerca, sia eccezionale nel modo in cui presenta i risultati. Gli ultimi televisori LG continuano a essere eccellenti anche per quanto riguarda il riconoscimento/controllo vocale.

Un'ampia sezione dedicata ai contenuti consigliati al centro della nuova schermata iniziale rivela il motivo principale del principale riavvio di webOS di LG. Questo presenta contenuti che gli algoritmi di apprendimento di LG pensano che potresti voler guardare in base all'analisi delle tue abitudini di visualizzazione, in sintonia con il modo in cui la maggior parte di noi trascorre sempre più tempo a guardare contenuti su richiesta piuttosto che attenersi ai programmi di trasmissione.

Inevitabilmente gli algoritmi di apprendimento generano alcuni risultati dall'aspetto casuale nelle prime fasi di una nuova TV, iniziano a mostrare segni genuini di intelligenza e utilità abbastanza rapidamente.

Se hai familiarità e sei un fan del vecchio approccio webOS, la familiare fila di icone delle app è ancora utile nella parte inferiore della nuova schermata iniziale. Adesso è solo circondato da un sacco di altre cose. E facilmente questa "riga" dell'app è ancora facilmente personalizzabile quando si tratta dell'ordine di esecuzione dell'app.

Altre buone notizie rilevano che l'ultimo sistema webOS è molto completo con i principali servizi di streaming video che copre. Questi includono di nuovo Freeview Play, per fortuna, dopo che il servizio ombrello per le app di recupero di tutte le principali trasmissioni terrestri del Regno Unito è andato misteriosamente AWOL sui televisori LG 2020.

La storia di LG con le piattaforme di smart TV ci rende fiduciosi che il webOS radicalmente nuovo alla fine diventerà un altro successo. Ma in questo momento sembra un work in progress.

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata a… LG G1

Negli ultimi anni i modelli della serie C di LG sono stati senza dubbio i migliori set a tutto tondo nelle eccezionali gamme di TV OLED del marchio. Per il 2021, tuttavia, i nostri soldi sono puntati sulla serie G1 potenziata.

La cosa fondamentale dei G1 è che in realtà beneficiano di un pannello OLED core diverso rispetto alla serie C1. Un pannello diverso progettato per offrire più luminosità rispetto ai normali pannelli TV OLED.

Ciò rende i G1 in grado di sbloccare più brividi di qualità dell'immagine associati alla tecnologia delle immagini HDR rispetto ai normali televisori OLED. E sono in grado di farlo, inoltre, senza compromettere lo straordinario contrasto locale a livello di pixel per cui OLED è famoso. In questo modo ottieni immagini che sembrano gloriosamente intense, vibranti, tridimensionali e dinamiche in un modo che nessun TV OLED LG è mai riuscito a fare prima.

La differenza tra G1 e C1 non è assolutamente enorme, per essere chiari. Ma è sicuramente lì, soprattutto se ti piacciono i giochi su una delle più recenti console o schede PC compatibili con HDR.

Il G1 vanta anche un aspetto squisito grazie al suo design Gallery facile da appendere alla parete, mentre il suo processore AI Sound Pro assicura che non sia sciatto sul fronte audio.

Se tutto questo non è già abbastanza per tentarti, LG sta sottolineando la sua fiducia nei suoi nuovi modelli OLED "eroi" con un'esclusiva garanzia di cinque anni sul pannello su ogni G1 che vende.


Le migliori piattaforme per smart TV

Sony (Google TV)

Sony si è rivolta alla piattaforma Android TV di Google per le sue funzionalità intelligenti nel 2015 e le prime due generazioni di Android TV, almeno, erano onestamente piuttosto scadenti. Oggi, tuttavia, Android TV è fortunatamente notevolmente migliorato. Soprattutto sui televisori che, come gli ultimi modelli Sony, ottengono l'ultima evoluzione di Google TV.

Ad esempio, storicamente uno dei maggiori problemi con Android TV è stata la sua stabilità. Bug e arresti anomali sono stati all'ordine del giorno e, sebbene tu possa sopportare queste cose su un computer, non vuoi davvero trovarle accadere su qualcosa di così passivo come una TV.

Le richieste di elaborazione apparentemente pesanti associate all'esecuzione di Android TV hanno anche portato a tempi di risposta del menu lenti, specialmente sui televisori Sony relativamente convenienti.

Fortunatamente, Google TV è molto più stabile e funziona in modo molto più fluido rispetto a qualsiasi dei suoi predecessori Android TV. L'ultima interfaccia svolge anche un lavoro molto più intuitivo rispetto ai precedenti sistemi intelligenti originati da Google per l'integrazione delle opzioni di configurazione della TV di Sony insieme a tutte le app.

Parlando di app, Android ne ha sempre trasportato un numero impressionante: più di 5.000 all'ultimo conteggio. In passato, tuttavia, questo è stato probabilmente più un ostacolo che un aiuto, ingombrando l'esperienza della smart TV con cose che sarebbero solo di nicchia (se ce ne fossero) di interesse per la stragrande maggioranza degli utenti TV. Il passaggio a Google TV continua una traiettoria che stava già accadendo con le successive generazioni di Android TV, iniziando a mettere i contenuti di streaming video al centro dell'interfaccia.

Google/Android TV hanno in gran parte risolto i vecchi problemi con il supporto di tutte le più grandi piattaforme di streaming. Anche Apple TV è ora sugli ultimi televisori di Sony. Detto questo, al momento in cui scrivo, l'ultimo sistema intelligente di Sony misteriosamente non supporta i servizi BBC iPlayer, ITV Hub e All 4 catch up, nonostante le precedenti generazioni di Sony li portassero tutti all'interno di un "wrapper" di YouView. Sony ha detto che aggiungerà queste app tramite un aggiornamento del firmware, ma non sono ancora arrivate.

C'è anche un problema in corso con Google TV che apparentemente non supporta l'audio Dolby Atmos dall'app Disney+, anche se altri servizi di streaming offrono il formato audio premium senza problemi.

I televisori Sony con Google TV a bordo supportano praticamente tutti Dolby Vision HDR dai servizi di streaming che lo supportano. Sony deve ancora adottare il supporto per HDR10+, e questa posizione non sembra destinata a cambiare presto.

Le Google TV di Sony supportano il Chromecasting diretto da dispositivi Android e il controllo vocale di Google Assistant, mentre la loro affiliazione Android non impedisce loro di giocare bene anche con Apple AirPlay 2.

Ci sono ancora problemi con Google TV. La sua home page occupa l'intero schermo della TV, ad esempio, il che significa che non puoi continuare a guardare la TV mentre navighi nei menu della smart TV. Non sembra ancora così intelligente come alcuni rivali nell'imparare il tipo di cose che ti piace guardare, e sebbene sia più personalizzabile rispetto alle vecchie piattaforme Android TV, c'è ancora spazio per miglioramenti in questo senso.

Possono ancora verificarsi anche bug o arresti anomali occasionali e il nuovo sistema di consigli, sebbene nel complesso gradito, attualmente non porta contenuti da tutti i servizi di streaming, in particolare Netflix e la piattaforma Bravia Core di Sony.

Nel complesso, tuttavia, non c'è dubbio che Google TV sia un altro passo nella giusta direzione per il vecchio sistema Android.

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata… Sony A90J

Come con l'ultima gamma OLED di LG, la nuova gamma OLED di Sony è costruita su hardware di pannelli OLED core diversi, piuttosto che dipendere solo da differenze estetiche e di elaborazione. Gli A90J di punta beneficiano del più premium dei due livelli di pannelli OLED ora disponibili, unendosi all'LG G1 nel produrre più luminosità rispetto ai loro fratelli step-down.

In effetti, gli A90J offrono un aumento della luminosità più significativo rispetto alla serie G1 di LG, a volte portando l'HDR in luoghi mai visti prima con la tecnologia OLED. Abbina questa luminosità migliorata e (poiché i livelli di nero rimangono buoni come ci aspettiamo da OLED) contrasto con il nuovo affascinante processore Bravia XR di Sony, che regola sottilmente le immagini per sembrare più in linea con il modo in cui i tuoi occhi percepiscono il mondo reale, e hai immagini che sembrano costantemente a dir poco belle.

Il modo in cui l'A90J utilizza il suo schermo come altoparlante aiuta anche a fornire un'eccellente qualità del suono che si spinge in avanti nella tua stanza con un sacco di dettagli e gamma dinamica.

I televisori A90J non sono economici nemmeno per gli standard OLED, ma valgono ogni centesimo.


Le migliori piattaforme per smart TV

Hisense (Roku/Vidaa/TV Android)

La storia della smart TV di Hisense è… complicata. La sua gamma globale comprende set che utilizzano Android TV (completo di controllo vocale di Google Assistant) e Roku TV. Nel Regno Unito, la piattaforma principale utilizzata da Hisense è il proprio sistema Vidaa.

Questo fa un lavoro abbastanza passabile per impersonare le piattaforme webOS di Samsung Tizen e LG, anche se in forma ridotta.

Una singola barra orizzontale di icone corre lungo la parte inferiore dello schermo, fornendo l'accesso per impostazione predefinita ai principali servizi di streaming video nella tua regione. Puoi aggiungere altre app tramite uno "store" di app facile da trovare ed è un gioco da ragazzi riorganizzare l'ordine di esecuzione dell'app per dare la priorità ai tuoi preferiti.

Le icone sono più grandi del necessario, il che significa che non puoi vederne molte sullo schermo contemporaneamente. Ma puoi scorrerli in modo piuttosto nitido e, in verità, la maggior parte delle famiglie utilizza comunque regolarmente solo una manciata di app di streaming video.

Vidaa attualmente non supporta tante app quante la maggior parte delle piattaforme rivali (o i Roku TV di Hisense), con gli assenti di più alto profilo che sono Disney + e Apple TV. Tuttavia, Hisense ci ha detto che queste due app dovrebbero essere entrambe aggiunte agli ultimi televisori "Vidaa U5" entro la fine del 2021. Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, Rakuten e Freeview Play sono già presenti e corretti, tuttavia, e in realtà I telecomandi di Hisense ora forniscono in genere pulsanti diretti per molti di questi servizi di streaming.

HDR (inclusi, sui modelli A9G OLED e U8GQ LCD di fascia alta di Hisense, entrambi i formati HDR premium Dolby Vision e HDR10 +) e lo streaming 4K sono supportati dove un servizio li porta, e molti modelli Hisense hanno anche il supporto per il controllo vocale Alexa integrato .

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata a… Hisense A7200 Roku TV

Hisense ha lanciato quest'anno alcuni televisori di fascia alta nel Regno Unito, incluso il suo primo modello OLED. Per pura irresistibilità a tutto tondo, tuttavia, non riusciamo a vedere oltre gli ultimi televisori Roku del marchio.

Per cominciare, nonostante portino Roku TV, il sistema intelligente più completo e, probabilmente, più facile da usare nel mondo della TV in questo momento, i televisori A7200 hanno un valore irrealizzabile. L'R50A7200 da 50 pollici, ad esempio, costa solo £ 399.

A rendere questo prezzo ancora più impressionante è il fatto che gli A7200 non sono affatto male quando si tratta di qualità delle immagini. Non c'è supporto Dolby Vision o HDR10+ e le sue prestazioni HDR sono inevitabilmente (visto quanto è economico) ostacolate da una quantità limitata di luminosità disponibile. Ottiene tutto l'impatto HDR da quella luminosità limitata possibile, tuttavia, non da ultimo perché è in grado di creare colori neri convincenti nelle scene scure.

Ottiene anche un buon valore dalla sua risoluzione 4K nativa e, grazie al suo buon contrasto, anche i suoi colori sembrano naturali ed equilibrati.

In breve, è difficile pensare a qualsiasi TV là fuori in questo momento che ti dia più soldi per il tuo dollaro rispetto agli Hisense A7200.


Le migliori piattaforme per smart TV

Panasonic (Schermata My Home 6.0, Android TV)

Il sistema smart TV di Panasonic è molto più semplice da usare di quanto sembri.

Come con tutte le migliori piattaforme di smart TV in questi giorni, è costruita attorno a una home page che consiste in una semplice riga di collegamenti all'icona della piattaforma di contenuti sovrapposti (in una casella ombreggiata) sopra la sezione inferiore dell'immagine. Quindi, puoi continuare a guardare la TV mentre navighi.

Puoi scorrere verso il basso dalla riga delle app "Home" per visualizzare altri scaffali di contenuti che forniscono accesso diretto (nel Regno Unito) a programmi e video consigliati sul servizio di recupero di Freeview Play, Netflix e YouTube, nonché uno scaffale che fornisce la configurazione opzioni come la regolazione dell'ordine di esecuzione degli scaffali della GUI.

Panasonic ha introdotto una manciata di miglioramenti per la nuova (sesta) generazione di My Home Screen in arrivo sui televisori del 2021. Ad esempio, ora c'è una funzione My Scenery che ti consente di selezionare un'immagine o un video "riposante" da riprodurre sullo schermo della TV quando non lo guardi. Tuttavia, la maggior parte degli altri marchi di TV premium offre funzionalità simili da tempo.

Un'altra novità per My Home Screen 6.0 è la doppia connettività Bluetooth, che consente al televisore di trasmettere l'audio a due diversi dispositivi Bluetooth (come le cuffie) contemporaneamente.

Anche la struttura del menu My Home Screen straordinariamente semplice è stata leggermente modificata per facilitare l'accesso alle regolazioni dell'immagine e del suono più comunemente utilizzate e Panasonic ha finalmente introdotto serie opzioni di controllo vocale.

Una volta raggiunta questa interfaccia iniziale sorprendentemente semplice e attraente, tuttavia, il sistema My Home Screen 6.0 manca della raffinatezza e della profondità delle migliori piattaforme intelligenti rivali. Il mercato delle app sembra piuttosto vecchia scuola nella sua presentazione, ad esempio, e Panasonic non offre tante app come la maggior parte dei suoi grandi rivali. In particolare, non c'è supporto per Disney+, Apple TV o Now TV (il che significa che probabilmente vorrai tenere conto del costo di una chiavetta Amazon Fire TV o qualcosa di simile). Panasonic non fa alcuno sforzo concertato per monitorare le tue abitudini di visualizzazione in modo che possa anche fornire consigli sui contenuti.

Tuttavia, almeno i servizi di streaming supportati generalmente vengono riprodotti in 4K e HDR, se disponibili. In effetti, molti degli ultimi televisori Panasonic supportano entrambi i formati HDR premium HDR10+ e Dolby Vision, piuttosto che supportare solo un formato o l'altro come fanno la maggior parte dei rivali di grandi nomi.

Alla fine, la piattaforma My Home Screen di Panasonic non ha la gamma di contenuti e l'intelligenza per renderla una smart TV A-lister. Sebbene per utenti relativamente occasionali, c'è molto da dire sulla sua semplicità di base.

Panasonic ha annunciato che si rivolgerà ad Android TV per fornire le funzionalità intelligenti su alcuni dei suoi televisori LCD più convenienti.

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata… Panasonic JZ2000

Panasonic è stato il primo marchio a introdurre un pannello TV OLED ad alta luminosità, quindi mentre LG e Sony si sono ora unite alla mischia OLED ad alta luminosità, l'ultimo TV OLED di punta JZ2000 di Panasonic ha ancora esperienza dalla sua parte.

In effetti, questa esperienza consente al JZ2000 di raggiungere una luminosità media estremamente elevata di oltre 800 nit, rispetto ai poco più di 500 nit che si ottengono con i normali televisori OLED. Può raggiungere circa 1000 nit di luminosità anche per le parti più luminose delle immagini HDR, rispetto ai picchi di circa 800 nit con i normali televisori OLED.

Questi numeri si traducono probabilmente nelle prestazioni HDR più costantemente audaci che il mondo OLED ci abbia offerto fino ad oggi. Soprattutto quando i talenti del pannello sono così pienamente sbloccati dall'ultimo processore HCX Pro AI di Panasonic.

Al centro di questo processore c'è il desiderio di fornire immagini che ricreano il più fedelmente possibile l'intento creativo di un film o di un programma televisivo quando è stato valutato in uno studio di mastering professionale. Quindi non sorprende scoprire che l'eccezionale luminosità del JZ2000 (per OLED) si sposa con livelli di nero immacolati e dettagli delle ombre e colori meravigliosamente sottili ed equilibrati. Soprattutto se puoi alimentare la TV con una sorgente Dolby Vision o HDR10+ (il JZ2000 supporta entrambi i formati HDR premium).

La nuova elaborazione AI può essere utilizzata per adattare il profilo dell'immagine a diversi tipi di contenuto senza che tu debba muovere un dito, e le immagini premium sono unite da un sistema di altoparlanti Dolby Atmos integrato che aggiunge due nuovi altoparlanti a fuoco laterale all'up – e altoparlanti frontali portati a bordo del modello HZ2000 del 2020.

Le migliori piattaforme per smart TV

Philips (TV Android/Saphi)

Come con Hisense, Philips ha una complicata storia di Smart TV, con il sistema che ottieni a seconda che tu stia acquistando un set di fascia alta o economico.

I televisori premium di Philips ottengono il sistema Android TV, che ora è fino alla versione 10 sugli ultimi set di Philips. Questo è un passo indietro rispetto al sistema Google TV ora sfoggiato dagli ultimi televisori di Sony, ma mentre Philips attualmente non può dire esattamente quando accadrà, la maggior parte dei suoi televisori del 2021 che attualmente eseguono Android 10 alla fine otterrà un aggiornamento del firmware di Google TV.

Guardando il sistema Android 10 attualmente disponibile, tuttavia, la prima cosa da dire è che Philips ha la reputazione di eseguire Android TV in modo più stabile rispetto a molti altri marchi. Ciò vale per i suoi ultimi televisori, poiché tutto, dai menu di Android TV ai menu di configurazione della TV, funziona perfettamente senza arresti anomali o bug.

Come accennato in precedenza, Android TV è generalmente impressionante dal punto di vista dei contenuti, con migliaia di app. Molti di questi in realtà non interesseranno molto molti utenti, in verità, dato che la maggior parte delle famiglie tende ad essere interessata praticamente esclusivamente ai servizi di streaming video. Ma almeno Android 10 fa un lavoro migliore nel dare la priorità a queste principali app di streaming video rispetto alle versioni precedenti di Android.

L'ultima piattaforma Android TV offre supporto per il controllo vocale di Google Assistant e Google Chromecasting, come speri.

Tuttavia, Android è ancora lontano dal nostro sistema di smart TV preferito. La sua presentazione a schermo intero significa che non puoi continuare a guardare la TV mentre navighi e ti presenta quella che potrebbe essere per alcuni utenti una schermata iniziale piuttosto confusa e intimidatoria.

Anche la relazione tra l'interfaccia di Android TV e i menu di configurazione di immagini e suoni di Philips non è intuitiva e le opzioni per personalizzare la schermata iniziale di Android TV, sebbene sicuramente migliori rispetto a quando sono apparse le prime TV Android, sono ancora limitate rispetto alle migliori sistemi intelligenti rivali.

Non c'è nemmeno un tentativo davvero utile di consigliare contenuti pertinenti da guardare in base alle tue abitudini di visualizzazione; infatti, i consigli spesso appaiono più come pubblicità/contenuti a pagamento che per cose che potresti davvero voler guardare.

Philips è fortunatamente riuscita, tuttavia, a superare la vecchia riluttanza di Android TV a supportare tutte le app di recupero delle emittenti terrestri del Regno Unito integrando Freeview Play. Ciò fornisce un pratico "contenitore" per artisti del calibro di BBC iPlayer, ITV Hub e così via.

Gli unici problemi con i TV Philips Android in termini di contenuti, in realtà, sono la mancanza del supporto Dolby Atmos sull'app Disney+ e l'assenza al momento della stesura dell'app Apple TV. Sebbene Philips si aspetti di poterlo aggiungere presto, quindi potrebbe anche essere lì quando leggerai questo.

Saphi non ha tante app quante le migliori piattaforme rivali (o Android TV) e finora le esperienze l'hanno trovata un po' lenta. Tuttavia, è più che accettabile come interfaccia smart TV economica.

Le migliori piattaforme per smart TV

Scopri… Philips OLED806

I televisori OLED806 non sono gli ultimi modelli OLED di punta di Philips. Sono, tuttavia, un valore eccezionale per ciò che offrono.

Vantano uno splendido design premium per i principianti, grazie a una combinazione di un bordo esterno ultra sottile, piedini da scrivania eccezionalmente minimalisti che riesci a malapena a vedere quando guardi la TV direttamente e, cosa più sorprendente di tutte, la tecnologia Philips Ambilight. Questo vede pozze di luce colorata che possono essere impostate per corrispondere al contenuto di colore dell'immagine che stai guardando fuoriuscire da tutti e quattro i lati dello schermo.

Poiché si tratta di un televisore OLED, le sue immagini beneficiano naturalmente dell'eccezionale contrasto locale e del livello di nero per cui OLED è rinomato. Ma gli OLED806 godono anche dell'ultima (quinta) generazione dell'ammirato processore di immagini P5 di Philips, che applica potenti miglioramenti dell'elaborazione a ciascuno di quelli che Philips considera i cinque "pilastri" della qualità dell'immagine: rilevamento della sorgente, nitidezza, contrasto, colore e movimento. Il risultato netto di tutto ciò sono immagini che possono apparire straordinariamente nitide e vibranti, indipendentemente dal contenuto che stai guardando.

Philips fornisce anche il supporto per entrambi i formati HDR premium Dolby Vision e HDR10+ e le sue immagini eccellenti sono supportate da un sistema audio 2.1 da 50 W che è molto più potente di quanto si possa immaginare possibile da uno schermo così ultrasottile. Non da ultimo perché il suono è sostenuto.

TCL (TV Android/TV Roku)

TCL è passata dall'essere appena un luccichio negli occhi del mercato televisivo del Regno Unito a un giocatore serio quasi dall'oggi al domani, grazie all'introduzione di una vasta gamma di modelli che comprende di tutto, dai mini set LED premium a un'estremità a LCD intelligenti eccezionalmente convenienti TV dall'altra.

Come con un numero crescente di marchi, TCL implementa due diverse piattaforme intelligenti di terze parti nella sua gamma. Android TV occupa un posto d'onore su modelli premium come la gamma mini LED C825K, mentre Roku ora fornisce l'intelligenza per i televisori LCD RP620K economici ma ancora ben specificati di TCL.

Poiché abbiamo già trattato Android TV e Roku TV altrove in questo articolo, non è necessario rivederli qui.

Le migliori piattaforme per smart TV

Dai un'occhiata… TCL C825K

L'offerta di TCL per una fetta della parte relativamente alta del mondo TV, la gamma C825K, utilizza la tecnologia Mini LED in modo molto efficace per migliorare sia il contrasto che le prestazioni cromatiche. Non offre tante zone di oscuramento come alcuni modelli Mini LED rivali, come il Samsung QN95A menzionato in precedenza, quindi mentre i suoi livelli di nero sono eccellenti, non è altrettanto efficace nel sopprimere l'annebbiamento della retroilluminazione o nel mantenere l'uniformità del contrasto. Ma è anche la gamma Mini LED TV più economica che abbiamo visto fino ad oggi, ridefinendo il tipo di contrasto che potresti aspettarti di ottenere da quella che in termini di prezzo potrebbe essere considerata una TV di fascia media.

Come con quasi tutti i televisori che hanno fatto la nostra lista consigliata, anche i TCL C825K sfoggiano un sistema audio sorprendentemente potente. In questo caso, l'audio di qualità è offerto da una " soundbar " integrata progettata in collaborazione con l'acclamato marchio audio Onkyo.

Sfortunatamente il C825K non si unisce alla maggior parte degli altri televisori premium (comprese le versioni del C825K lanciate in Europa!) nel portare il supporto per la frequenza di aggiornamento variabile e le funzionalità 4K a 120Hz ora fornite dalle più recenti console di gioco e schede grafiche per PC. Ma per i fan dei video, in qualche modo riscrive ancora il libro delle regole della TV di fascia media.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More